Movimento Città per un Piano urbano della mobilità sostenibile

in Comunicato stampa/Movimento Città by

movimento-cittàMovimento Città per un Piano urbano della mobilità sostenibile

Recenti studi sullo stato della mobilità a Ragusa confermano quanto è sotto gli occhi di tutti da tempo: la nostra città ha un numero elevato di mezzi privati in circolazione, non dispone di un decente sistema pubblico di trasporto cittadino, è sprovvista di aree di interscambio, ha una bassissima offerta di mezzi TPL (trasporto pubblico locale) con scarsissima propensione alla mobilità collettiva, ecc.. Non a caso quindi la classifica 2014 delle “smart cities” (elaborata da Forum PA) ci relega nelle ultimissime posizioni: come dire che Ragusa, in fatto di mobilità, è tra le città meno “intelligenti” d’Italia. Proprio per questi motivi restiamo piuttosto interdetti nel valutare una recente delibera della Giunta (n. 407 7/10/2014), già discussa in Commissione 3 e di prossima discussione in Consiglio comunale, con la quale si propone l’adozione del “car sharing” come misura di mobilità alternativa, aderendo al progetto nazionale “Iniziativa Car Sharing” (ICS).
Fermo restando che il “car sharing” (una forma di noleggio auto per brevi tragitti cittadini) sta riscuotendo un certo successo in grandi città come Milano e Roma, confermando la validità di questa soluzione soprattutto se coordinata con altre misure di mobilità pubblica e sostenibile, esprimiamo una forte perplessità per la sua implementazione a Ragusa. Ciò soprattutto in mancanza di un serio studio della problematica del traffico e del trasporto, pubblico e privato, in città. In recenti incontri al Comune per l’elaborazione del Paes (Piano d’azione per l’energia sostenibile), Movimento Città ha reclamato con forza la necessità di un Piano urbano della mobilità sostenibile, già adottato da molte città italiane, abituate a pianificare strategicamente i loro interventi in materia. Qui invece si prospetta l’ennesima azione amministrativa priva di adeguata pianificazione e studio preliminare, secondo quella logica di intervento a spot che abbiamo avuto modo di contrastare in altre situazioni. Proporre oggi il “car sharing” a Ragusa, per affrontare e risolvere la delicata situazione della mobilità, equivale un po’ al vestirsi partendo dalle scarpe…
Movimento Città pensa invece che la questione prioritaria da affrontare sia un’altra, ovvero il reale ruolo del trasporto pubblico a Ragusa: che cosa si intende fare per potenziare il servizio di bus cittadini? quali soluzioni alternative sono state pensate, sempre in tema di trasporto pubblico? come si pensa di ridurre in modo drastico l’alto tasso di circolazione di mezzi privati, facilitando al tempo stesso gli spostamenti dei cittadini con mezzi pubblici?
A questo proposito ci rivolgiamo direttamente ai cittadini e chiediamo: quanti di voi hanno trovato efficiente e “intelligente” il sistema di trasporto pubblico messo in piedi qualche giorno fa per raggiungere i cimiteri cittadini? quanti di voi, uscendo di casa, valutano la possibilità di rinunciare all’auto ed affidarsi ai mezzi pubblici? e quanti di voi sarebbero disponibili a ridurre le spese di mantenimento dell’auto (che incidono sul bilancio familiare per circa 5000 euro annue) in favore di alternative pubbliche di mobilità realmente funzionanti ed alla portata di tutti?
Noi ci siamo posti queste ed altre domande simili: la risposta che abbiamo trovato non è mai stata “car sharing”…