Category archive

Sindaco

Grillini in carriera… Si discute dei “rumors”…

in Assessori/Comune/Politica/Sindaco/Stampa/Video by

Grillini in carriera… Si discute dei “rumors” riguardanti assessori e sindaco grillini che vorrebbero candidarsi alle elezioni regionali e nazionali. La città verrà nuovamente abbandonata nelle mani di un commissario? Lor signori credono di finire il lavoro molto prima dei 5 anni di scadenza del mandato? Ci facciano sapere!!

(RSS generated with FetchRss)

A.A.A. Dirigente ambiente cercasi

in Ambiente/Comune/Sindaco by

Sul sito del Comune di Ragusa è possibile visionare il bando relativo alla selezione di un Dirigente a tempo determinato nel settore Ambiente. Dal momento che l’incarico è fiduciario, la scelta finale del Sindaco sarò discrezionale, sia pur effettuata all’interno di una terna di nomi selezionati dalla Commissione esaminatrice. Il meccanismo para-concorsuale è lo stesso di quello utilizzato nel recente passato, dalla stessa amministrazione, ed oggetto di infinite polemiche. Vedremo se questa volta il tasso di trasparenza di tutta l’operazione sarà ritenuto accettabile. Di sicuro si scatenerà immediatamente il toto-dirigente: ci auguriamo però che almeno questa volta non si dia lettura in aula consiliare di lettere anonime di qualche improvvisato “indovino” indignato…

E’ possibile prendere visione dell’Avviso e della domanda di presentazione, andando a questa pagina del sito istituzionale.

Contestazioni Zanotto: solidarietà dai sindacati di base USB-CUB

in Ambiente/Sindaco by

“Spettacolo indecoroso e indegno”: “quei lavoratori non ci rappresentano!” I sindacati di base USB e CUB  prendono le distanze dalla protesta chiassosa messa in atto il 12 febbraio in Consiglio comunale da lavoratori della ditta Busso “capitanati dal segretario della CGIL FP Igiene ambientale”, sconfessando quindi certo modo “irrazionale” di rappresentare le istanze della categoria. I sindacati di base esprimono inoltre solidarietà all’assessore Zanotto, perché “minacciato da alcuni di questi facinorosi” che avevano causato la sospensione dei lavori del Consiglio comunale. Pretestuosa è inoltre, secondo i sindacati di base, la motivazione della contestazione, dal momento che erano già state date rassicurazioni ufficiali sul pagamento delle spettanze; gli stessi sindacati poi, con grande onestà, riconoscono che il Capitolato speciale d’appalto prevede che l’impresa debba anticipare fino a 3 mensilità, in caso di ritardo nelle rimesse del Comune.

 Schermata 2015-02-19 alle 20.38.04

Comunicato Stampa

Le Scriventi OO.SS, con il presente documento esprimono la piena solidarietà all’Amministrazione Comunale ed in particolare all’Assessore Zanotto, in merito ai fatti accaduti durante i lavori del Consiglio Comunale del 12 Febbraio 2015.

Un gruppo di lavoratori della ditta Busso, capitanati dal Segretario della FP Cgil Igiene Ambientale , interrompevano il Consiglio Comunale protestando per un presunto ritardo nel pagamento degli stipendi del mese di Gennaio.

Nonostante le spiegazioni, esaustive, pronunciate dall’Assessore e le rassicurazioni sul pagamento del mandato all’Impresa, il Presidente del Consiglio Comunale, ha dovuto sospendere i lavori d’aula per frenare alcuni di questi facinorosi che avevano pensato di minacciare l’Assessore.

Disapproviamo totalmente questi sistemi di protesta, che riteniamo strumentali, ancor più che le OO.SS. avevano avuto nella stessa mattinata rassicurazione da parte dell’Assessore

che il giorno 13 Febbraio sarebbero state pagate le retribuzioni e da parte dell’Azienda era stata già inviata una eguale comunicazione.

Inoltre, come da Capitolato Speciale D’Appalto, l’Impresa è tenuta ad anticipare fino a 3 mensilità ed a realizzare il pagamento delle spettanze ai lavoratori entro il 15 di ogni mese, come da Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro.

E’ incomprensibile, quindi, la motivazione della protesta.

E’ indecoroso ed indegno, lo spettacolo offerto alla cittadinanza da parte di un gruppo di lavoratori capitanati da una sigla Sindacale, nel pomeriggio del 12 Febbraio 2015, che mostra alle telecamere l’immagine di una categoria di lavoratori che non ci rappresenta.

Invitiamo le Segreterie Provinciali, Regionali, Nazionali, della FP-CGIL ad intervenire

sul territorio e nello specifico comparto di Igiene Ambientale, al fine di ripristinare il giusto modo di rappresentare la categoria dei lavoratori sostenendo le loro giuste e legittime aspettative, senza la necessità di inventarne di nuove e di non vere. Questi modi irrazionali non contribuiscono certamente alla categoria ed alla rappresentanza dei diritti dei lavoratori.

Invitiamo le Autorità, a difesa di tutti i Lavoratori Onesti e Civili del Comparto, a prendere le opportune distanze da tutti i soggetti che vorrebbero rappresentare, in questo modo offensivo, le tutele dei lavoratori.

Ragusa li, 19 Febbraio 2015

Segreteria Provinciale Flaica CUB – Segreteria Regionale Federazione USB Sicilia –  Segreteria Territoriale USB Ragusa

Passaggio a livello via Paestum: il resoconto stenografico dell’incontro palermitano

in ARS/News/Sindaco by

Pubblichiamo di seguito il resoconto della seduta tenutasi all’ARS in Commissione IV Ambiente e Territorio, giorno 26 settembre 2013, in merito al problema del passaggio a livello di via Paestum. Il testo è tratto dal sito regionale dell’ARS Commissioni Parlamentari

[…] Il dott. PICCITTO, sindaco del comune di Ragusa, ringrazia la Commissione e ricorda la questione relativa alla paventata chiusura di un passaggio a livello all’interno della città di Ragusa da parte della società RFI.
In seguito all’incontro del maggio scorso, RFI ha mantenuto l’impegno di sospendere i lavori, ma il problema resta. Ritenendo che il passaggio a livello rappresenti una struttura fondamentale per collegare due parti della città, chiede un dialogo con gli organi RFI, al fine di rinegoziare l’accordo tra le parti.
Chiede, inoltre, come potere promuovere la realizzazione di una metropolitana in superficie, rilevando che esistono già all’interno della città 18 chilometri di strade ferrate che possono essere riconvertite ad uso di metropolitana.

Il dott. ARNONE, dirigente generale dipartimento regionale infrastrutture, mobilità e trasporti, chiarisce che sul primo tema illustrato l’assessorato non ha alcuna competenza, può soltanto farsi portavoce dell’istanza presso i rappresentanti di RFI.
A tal proposito suggerisce, vista l’assenza nella seduta odierna dei vertici di RFI, di convocare un incontro con tutti le parti interessate. Sull’ipotesi di realizzazione di una metropolitana invita l’amministrazione comunale a presentare in tempi brevi un progetto, al fine di potere proporre il finanziamento con i fondi comunitari, essendo obiettivo dell’Unione europea favorire il trasporto su rotaia piuttosto che quello su gomma.

Il sig. COSTA assessore ambiente comune di Ragusa, rappresenta l’esigenza di programmare un sistema di viabilità su rotaie tra Ragusa e Catania, vista la recente apertura dell’aeroporto di Comiso.

Il sig. GURRIERI, CUB trasporti provinciale, rappresenta lo stato dell’arte della viabilità nella provincia di Ragusa, lamentando la esiguità di collegamenti ferroviari, in considerazione dell’apertura dell’aeroporto. Solleva, inoltre, la questione relativa al trasporto di studenti all’interno del territorio, in seguito alla riduzione di corse da parte dell’AST. Aggiunge che se AST non dismette la concessione i comuni interessati non possono procedere a bandire un nuovo affidamento.

L’onorevole ASSENZA rappresenta che il problema dei collegamenti nella provincia è stato dallo stesso più volte posto all’attenzione dell’Assessore senza ricevere ancora alcuna risposta. In merito al passaggio a livello della città di Ragusa, richiama le considerazioni svolte dall’ing. CUCINOTTA durante la seduta del 23 maggio, il quale poneva un problema di sicurezza al mantenimento dello stesso. Invita l’amministrazione comunale a trovare una soluzione alternativa per  collegare le due parti della città.

La sig.ra CAMPO, assessore lavori pubblici del comune di Ragusa, dichiara che sull’ipotesi alternativa al passaggio a livello sono stati avviati numerosi studi, ma non si è trovata alcuna soluzione. L’unica opera realizzabile è un passaggio pedonale. Ritiene che debba essere rinegoziata la convenzione con RFI.

L’onorevole FOTI manifesta perplessità sull’ipotesi di chiusura del passaggio a livello, che separerebbe la città in due parti. Sul sistema di trasporti in generale auspica una razionalizzazione dei collegamenti tra i mezzi su gomma e i mezzi su rotaie.

Il sig. FIRRINCIELI, comitato NO MURO, ringrazia la nuova amministrazione comunale per l’attenzione riservata alla possibile chiusura del passaggio a livello, e rinvia a quanto già dichiarato nella precedente seduta.

Il PRESIDENTE invita il dott. ARNONE ad avviare degli incontri tra gli amministratori locali e RFI sia per il problema del passaggio a livello, sia per una riprogrammazione del sistema viario nel territorio di Ragusa.

Patto dei Sindaci: 70 milioni di euro per Ragusa

in Green Economy/News/Sindaco by

Mercoledì 17 luglio ho avuto modo di partecipare a Catania ad un importante incontro, voluto dal presidente Crocetta, con i sindaci dei paesi e delle città siciliane aderenti al Patto europeo per le energie e  la mobilità sostenibili. Tra i neosindaci presenti il ragusano Piccitto, accompagnato dall’assessore Dimartino e da un tecnico comunale dell’Ufficio Ambiente, a conferma del particolare interesse della nuova Giunta per questo tipo di iniziative progettuali.

Di che si è parlato? La Regione Sicilia ha deciso di puntare sulla green economy, sostenendo questo importante impegno della Comunità europea, volto a finanziare direttamente progetti di enti locali nel settore delle energie rinnovabili e della mobilità sostenibile. Per favorire, entro il 2020, il raggiungimento degli ambiziosi obiettivi di riduzione delle emissioni di CO2 e di potenziamento dello sfruttamento di  fonti di energia rinnovabile, l’Europa ha pensato di puntare direttamente sui sindaci, favorendone l’azione progettuale autonoma: da qui  il Patto, che obbliga i sindaci aderenti a formulare un PAES, un Piano di Azione per l’Energia Sostenibile, basato sulle specifiche esigenze di risparmio energetico dei propri Comuni. Ma per formulare i PAES, i sindaci hanno bisogno di poter disporre dei fondi necessari per espletare le ricerche e gli studi riguardanti i costi energetici (delle strutture pubbliche, del trasporto, dei cittadini); ed è  qui che interviene la Regione, sostenendo economicamente queste spese.

E’ prevista la formazione di giovani che, seguendo le Linee Base elaborate dalla Cabina di regia regionale, compilino questa specie di “censimento” dei  costi energetici dei  Comuni, nell’arco di circa tre mesi. Entro la fine dell’anno, quindi, tutti i Comuni del Patto dei Sindaci della Sicilia saranno in grado di avviare le procedure per la formulazione dei PAES per poi accedere ai fondi necessari per la realizzazione di progetti previsti. Il Comune di Ragusa, che potrà contare su ben 70.000.000 di euro, per finanziare i propri progetti di energia e mobilità sostenibili, emanerà in tempi brevi  un bando per la selezione di circa 30 giovani, diplomati o laureati disoccupati, da impiegare per la durata di 3 mesi (fase 1, linee base); successivamente, tramite procedura di evidenza pubblica, verrà affidata la progettazione del PAES (fase 2, progetti). I cantieri, secondo le intenzioni di Crocetta, dovrebbero essere aperti entro un anno.

L’intera operazione si configura quindi, anche per la nostra città, come una “trasfusione” importante di denaro nelle economie locali; ma al tempo stesso determinerebbe il taglio di circa il 50% degli attuali costi energetici, con conseguente liberazione di notevoli somme da impiegare in nuovi investimenti.

Su quali progetti punterà il Comune di Ragusa? Alcuni sono obbligati dalle stesse linee operative del Patto: nuove forme energetiche, edilizia sostenibile, mobilità sostenibile. E’ però evidente che il PAES potrà prevedere una varietà di azioni, che potrebbero essere ispirate anche da buone pratiche già realizzate in altri Comuni italiani. Movimento Città si renderà promotrice, in tal senso, di approfondimenti e contributi, capaci di arricchire il dibattito che dovrà necessariamente svilupparsi in città sul Patto dei Sindaci; così come, anche attraverso la presenza istituzionale in seno al Consiglio comunale, verranno presentate proposte operative e indirizzi d’intervento, con lo scopo di sostenere costruttivamente l’attività di governo della città.

2013-07-17 12.02.22

 

2013-07-17 12.54.01

Piccitto incontra Crocetta e il buio si rischiara…

in Consiglio comunale/Movimento Città/News/Sindaco by

Da quanto dichiarato nel comunicato 10/7/2013 dell’Ufficio Stampa del Comune di Ragusa, la trasferta palermitana del Sindaco Piccitto e dei suoi più stretti collaboratori ha avuto un certo successo. E questo non solo per il clima di fattiva e benevola collaborazione instauratosi con Crocetta e i suoi assessori, ma anche e soprattutto per le promesse di celere trasferimento di fondi arretrati dovuti al Comune di Ragusa, per un totale di circa 5 milioni di euro.

Dal mio punto di vista, due sono gli argomenti di particolare e immediato interesse per la nostra città, tra i tanti discussi a Palermo. Il primo riguarda gli impegni per l’emergenza idrica: è assolutamente prioritario intervenire per ristrutturare la rete idrica, azzerando le attuali enormi perdite, che finiscono per “stressare” non solo le sorgenti (oggi soggette a prelievi di gran lunga superiori al necessario), ma anche la bolletta energetica del Comune, per via degli impianti di sollevamento che funzionano a tempo pieno – per immettere nelle condutture acqua che poi si perde per un buon 50%! Il secondo argomento di grande rilievo è quello del Patto dei Sindaci: Ragusa deve assolutamente dotarsi di un ambizioso e valido piano energetico. In tal senso risulta di particolare importanza l’invito diretto formulato da Crocetta al nostro Sindaco, affinché Ragusa si attivi in tal senso e partecipi all’evento programmato a Catania per il 17 luglio prossimo.

Entrambe le questione, emergenza idrica e Patto dei Sindaci (per solare e mobilità sostenibile), sono punti fondamentali del Programma di Movimento Città. Pertanto non solo seguiremo gli sviluppi di questi impegni assunti dall’amministrazione Piccito, ma forniremo impegno fattivo, attraverso nostre iniziative di studio e proposta, all’interno delle sedi istituzionali nelle quali siamo presenti.

“Rivoluzione tributi” al Comune di Ragusa

in Movimento Città/Sindaco by

Movimento Città lo aveva detto nel suo Programma elettorale (vd. immagine sotto): bisogna ripensare il modello dell’amministrazione, potenziando i servizi strategici, attraverso anche una ottimizzazione della gestione del personale, e conducendo una lotta contro l’evasione. Dal quotidiano La Sicilia del 3/7/2013 apprendiamo con piacere che il Sindaco Piccitto e la sua Giunta si stanno muovendo in tal senso: il giornale parla addirittura di “rivoluzione tributi”. In realtà, nel corpo dell’articolo (di cui riportiamo in basso uno stralcio), si legge la seguente dichiarazione virgolettata del Sindaco, che lamentava la carenza di personale in determinati servizi: “[…] stiamo studiando per capire se abbiamo margini per fare degli spostamenti, magari depotenziando, in questa fase, quegli uffici che presentano criticità minori e dare, in tal modo, nuova linfa all’Ufficio tributi”. Una dichiarazione realistica ed improntata a quei principi di efficienza ed efficacia dell’azione amministrativa, che Movimento Città ricordava nel suo Programma. Pertanto non possiamo non apprezzare quanto il Sindaco e la Giunta si apprestano a fare, per potenziare un servizio strategico per l’Ente comunale come quello dei tributi. Seguiremo con attenzione gli sviluppi, informandovi tempestivamente.

Immagini:

1) estratto dal Programma di Movimento Città

programmamovcit_servizistrategici

2) estratto dall’articolo della Sicilia 3/7/2013,dichiarazione del Sindaco

sicilia_03072013_2

Go to Top