Category archive

Scuola

FORMAZIONE DOCENTI. Circa 30 milioni di euro previsti per la formazione dei docenti in servizio nel…

in News/Scuola by

FORMAZIONE DOCENTI. Circa 30 milioni di euro previsti per la formazione dei docenti in servizio nel 2018: 5 volte la cifra disponibile due anni fa! E’ sicuramente un gran passo avanti per la formazione e l’aggiornamento del personale docente: sta ora alle scuole organizzare validi corsi, realmente arricchenti e capaci di promuovere innovazione.


Il Miur rende note le indicazioni e la ripartizione dei fondi per le iniziative relative alla seconda annualità del Piano di formazione docenti, nonché per la formazione docenti neoassunti e la formazione sui temi dell’Inclusione per l’a.s. 2017/18.

(RSS generated with FetchRss)

Lo Scientifico E. FERMI di Ragusa è quarto in provincia e ventesimo tra gli scientifici dei…

in News/Scuola by

Lo Scientifico E. FERMI di Ragusa è quarto in provincia e ventesimo tra gli scientifici dei capoluoghi siciliani. Per analizzare i dati ed effettuare confronti, consultare Eduscopio nuova edizione.

https://eduscopio.it/uni/2017/4184


Con EDUSCOPIO puoi fare un confronto tra scuole superiori a partire dai risultati universitari dei diplomati; Quali scuole preparano meglio per l’università?

(RSS generated with FetchRss)

12.000 libri in più venduti dopo la chiusura della scuola

in News/Scuola by

12.000 LIBRI IN PIÙ VENDUTI DOPO LA CHIUSURA DELLE SCUOLE. Dato importante, senza dubbio. Ma quali i titoli più venduti, perché suggeriti dai prof per le vacanze? Sempre gli stessi, pure d’estate… Su Repubblica di ieri in un ottimo articolo si faceva notare che molti dei libri consigliati, anche se si tratta di letture classiche e di qualità, non hanno più niente da dire a un 15enne di oggi sotto l’ombrellone. L’occasione sarebbe stata invece propizia per stimolare la fantasia, per avventurarsi in percorsi più contemporanei e allettanti: per i classici ci dovrebbe essere tempo a scuola (ma in realtà so che i miei colleghi a lezione non fanno leggere quasi nulla, se non le paginette estratte dalle solite antologie-spazzatura)! Il problema vero non è riempire la testa dei giovani di pochi libri purché classici: il problema vero è stimolare la voglia di leggere, comprendere che la lettura è strumento di auto-formazione e auto-promozione perenne. Se li allontaniamo con i soliti compitini per casa, pure sotto l’ombrellone, la guerra è persa. Pennac docet, verrebbe da dire: ma quanti prof hanno letto il solo decalogo del lettore di Pennac?…

(RSS generated with FetchRss)

L’OCSE BOCCIA LA SCUOLA ITALIANA per i compiti a casa…

in News/Scuola by

L’OCSE BOCCIA LA SCUOLA ITALIANA per quello che fa fare a casa: io la boccio senza appello per quello che (non)fa fare a “lezione”. Sono lo schema pedagogico di base, il “protocollo” didattico quotidiano, la stessa organizzazione ottocentesca di spazi e set educativi che devono essere bocciati: i compiti a casa sono l’appendice del vero problema. Ed infatti, domando: se si eliminano i compiti a casa, forse qualcuno pensa che la scuola italiana migliorerà? Ma per niente!! La verità è che si scarica a casa, con varie motivazioni pseudo-pedagogiche, quello che non si riesce a fare o si fa male in classe: che se la vedano studenti e famiglie!
Il sistema è stravecchio, ma è anche incapace di riformarsi…

(RSS generated with FetchRss)

Le scuole apriranno il pomeriggio. In 6.000 istituti 240 ore in più

in News/Scuola by

40.000 euro per ogni istituto, per assicurare attività pomeridiane agli studenti. Per ulteriori informazioni, si veda il bando MIU: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/alfresco/d/d/workspace/SpacesStore/8affe176-fec7-47a1-b25a-b1cc8b3890b7/prot10862_16.zip

Le scuole apriranno il pomeriggio. In 6.000 istituti 240 ore in più

MIUR – Duecentoquaranta milioni di euro per consentire le aperture pomeridiane e in orari extra scolastici in 6.000 scuole di tutto il Paese.

(RSS generated with FetchRss)

La Pubblica Istruzione finanzia Curricoli digitali

in News/Scuola by

Il MIUR finanzia ben 25 CURRICOLI DIGITALI capaci di favorire lo sviluppo delle competenze digitali nelle scuole italiane: i finanziamenti prevedono 170.000 euro per ogni curricolo (ma ogni scuola, in rete, potrà presentare candidatura per un solo curricolo). Le scuole dovranno inviare adesione e progetti entro le ore 13:00 del 10 novembre 2016; queste le aree tematiche sulle quali gli istituti potranno lavorare:
– diritti in Internet;
– educazione ai media (e ai social);
– educazione all’informazione;
– STEM (sviluppo delle competenze digitali, ad esempio, per la robotica educativa, making e stampa 3D, Internet delle cose);
– big e open data;
– coding;
– arte e cultura digitale;
– educazione alla lettura e alla scrittura in ambienti digitali;
– economia digitale;
– imprenditorialità digitale.
Per approfondimenti: http://www.istruzione.it/scuola_digitale/curricoli_digitali.shtml

La buona scuola digitale – MIUR

In esecuzione del decreto del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca dell’11 marzo 2016, prot. n. 157, si promuove la realizzazione di Curricoli Digitali da parte delle istituzioni scolastiche ed educative statali, favorendo esperienze di progettazione partecipata, al fine di cre…

(RSS generated with FetchRss)

Tablet a scuola: un voto in più, l’appello dei ricercatori della Bocconi: ‘Prof, credeteci’

in Scuola/Video by

Le tecnologie didattiche possono fare la differenza nell’apprendimento, ma con il forte supporto di docenti adeguatamente formati. Lo dico da molti anni nei miei corsi: nessuna nuova tecnologia trascura il fattore umano della docenza, anzi lo esalta! Ora lo dice anche una ricerca effettuata dalla Bocconi: almeno loro saranno creduti? Ho i miei dubbi: le resistenze conservative del corpo docente sono fortissime e nessuno chiede loro un rendiconto dei risultati. Alla fine pagano sempre i giovani…

E’ possibile leggere il testo integrale della ricerca Bocconi a questa pagina: http://www.imparadigitale.it/wp-content/uploads/2014/04/Imparadigitale-Monitoraggio-2013.pptx.pdf

Servizio scuolabus aggiudicato per 2 anni alla Cooperativa Medicare

in Comune/Scuola by

Il servizio di “conduzione e vigilanza scuolabus comunali” per il biennio 2014-2016 è stato affidato alla Cooperativa Medicare, per un importo di € 757.914,47 (con un ribasso del 41,43%). La durata complessiva è di 345 giornate di calendario scolastico. A beneficiare del servizio saranno gli alunni delle scuole dell’obbligo dimoranti nelle zone rurali. Per tutti i dettagli, si veda la det.dir. n. 1807 01/10/2014.

La buona scuola, ovvero la scuola secondo Renzi

in Scuola by

Sono online da oggi i materiali contenenti le idee principali del Piano Scuola, che il governo Renzi propone alla discussione del mondo scolastico e non solo. Si tratta di 12 punti, presentati in chiusura di  in un corposo dossier di circa 136 pagine, dal titolo “La Scuola buona. Facciamo crescere il Paese“,  disponibile sul sito labuonascuola.gov.it

Di seguito il documento di sintesi:

12ideescuola

Servizio socio psico pedagogico: la preoccupazione delle cooperative

in Commissioni consiliari/Scuola by

Ho ricevuto un preoccupato avviso dal mondo delle cooperative, in merito al mancato affidamento del servizio socio psico pedagogico. La richiesta di incontro, rivolta principalmente all’Amministrazione, datata 14/7/2014, non sembra aver avuto ad oggi alcun riscontro. È evidente che, perdurando questo silenzio, provvederò a convocare la Commissione V, pur in un periodo fitto di prioritari impegni consiliari su tassazione locale e bilancio. Il mondo delle cooperative merita un ascolto attento e non formale!
Di seguito il testo della missiva ricevuta:
image

CENSIS: le scuole a pezzi…

in News/Scuola by

Scuola: intonaci che crollano, rubinetti che perdono e vetri rotti

Ma anche problemi strutturali in 3.600 edifici scolastici. Rischio amianto per 342.000 studenti. Solo un quarto degli stabili è stato costruito dopo il 1980

[Fonte: comunicato stampa CENSIS]
Roma, 31 maggio 2014 – Gli interventi necessari per la messa in sicurezza delle scuole. Intonaci che crollano, rubinetti che perdono e vetri rotti. Ma anche seri problemi strutturali. Preoccupano i dati sullo stato della nostra edilizia scolastica. Degli oltre 41.000 edifici scolastici statali, il Censis stima che in 24.000 gli impianti (elettrici, idraulici, termici) non funzionano, sono insufficienti o non sono a norma. Sono 9.000 le strutture con gli intonaci a pezzi. In 7.200 edifici occorrerebbe rifare tetti e coperture. Sono 3.600 le sedi che necessitano di interventi sulle strutture portanti (tra queste mura 580.000 ragazzi trascorrono ogni giorno parecchie ore) e 2.000 le scuole che espongono i loro 342.000 alunni e studenti al rischio amianto. Edifici malandati e vetusti: più del 15% è stato costruito prima del 1945, altrettanti datano tra il ’45 e il ’60, il 44% risale all’epoca 1961-1980, e solo un quarto degli stabili è stato costruito dopo il 1980. Keep Reading

Edifici scolastici: avviati importanti lavori di manutenzione

in Comune/News/Scuola by

Riportiamo un comunicato del Comune di Ragusa, nel quale si annunciano importanti lavori di manutenzione straordinaria in edifici scolastici della città.

Comunicato n. 347
INTERVENTI DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA NEGLI EDIFICI SCOLASTICI

In corso diversi interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria al patrimonio dell’edilizia scolastica. Sulla base di una precisa e puntuale attività programmata dall’Amministrazione Comunale sono stati infatti consegnati stamani i lavori che interesseranno la Scuola Media “Maria Schininà” ( ex G.B. Hodierna) e riguarderanno l’adeguamento degli impianti e delle strutture dell’edificio scolastico.
Keep Reading

Go to Top