Category archive

Giunta

Che culo la Giunta Piccitto!!

in Consiglio comunale/Giunta/News/Senza categoria by

CHE CULO LA GIUNTA PICCITTO!! A Trieste ci si accorge subito della rimozione dello striscione “Verità per Giulio Regeni” dal balcone del Municipio: Cuperlo del PD mobilita anzi la città contro questo atto assurdo voluto dal sindaco (Repubblica.it). Da noi invece, il sindaco grillino Piccitto e il presidente del Consiglio comunale Tringali prima strombazzano l’esposizione dello striscione (voluto da me e Movimento Città, riprendendo una richiesta di Amnesty International) poi fanno staccare lo striscione alla chetichella (mi hanno detto che il vento lo aveva danneggiato…).

Perché Ragusa non finisce sulla stampa nazionale come Trieste? I 5stelle da noi fanno un mare di cazzate ma tengono un profilo basso: nessuno se li fila e loro continuano a fare cazzate. Poi arriva pure Cancelleri e dice che Piccitto è il miglior sindaco 5stelle! Che culo questi grillini ragusani!!

Qui sotto trovate le foto dello striscione di Movimento Città, dello striscione al Comune di Ragusa, dello striscione tolto a Trieste.

La giunta finto-grillina riprende il mega progetto PEEP: che rivoluzione!!

in Ambiente/Giunta/Politica/Video by

Voglio rilanciare sul web un’intervista di Telenova, garbatamente incalzante (forse troppo garbatamente), al sindaco di Ragusa sulla “revisione” pensata dalla Giunta finto-grillina in merito ad aree Peep…
La “logica” pseudo-ambientalista del sindaco, che ancora una volta dice di essere “costretto” per paura dei contenziosi, potrebbe essere quella di manzoniana memoria: “Adelante, con judicio!”. Lui lo chiama ambientalismo concreto e rispettoso delle leggi…
In città e in Consiglio, quanto prima la ferma posizione di Movimento Città.
Questo il link della delibera di Giunta: http://www.comune.ragusa.gov.it/doc/users/3/69958att_delgm_390_15.pdf

Indennità per assessori, sindaco e presidente consiglio comunale

in Comune/Giunta by

Pubblichiamo la tabella di rideterminazione delle indennità spettanti agli amministratori e al Presidente del Consiglio comunale; in particolare, quest’ultimo ha richiesto una decurtazione del 15% da versare sul medesimo fondo sociale che raccoglie la decurtazione del 30% di sindaco e assessori. Il neoassessore Salvatore Martorana ha disposto una decurtazione d’indennità del 30%, finalizzata al fondo sociale. Ricordiamo infine che le cifre sono lorde e vengono corrisposte mensilmente agli interessati. Keep Reading

Emergenza dispersione scolastica: i numeri in commissione parlamentare

in Giunta/News/Scuola by

Secondo gli studi del periodico di settore “TuttoScuola”, negli ultimi 15 anni ben 3.000.000 di giovani non hanno completato il percorso degli studi superiori; si tratta del 31% dei circa 9.000.000 di studenti che hanno iniziato, negli ultimi 3 lustri, scuole statali superiori. Come se l’intera popolazione di Lombardi, Piemonte e Veneto non fosse arrivata a concludere gli studi superiori! Dispersione fa rima con disoccupazione; ed infatti ritroviamo gli stessi dati negli studi statistici dei NEET (giovani che non studiano e non lavorano): una vera emergenza nazionale!
Keep Reading

Video: Conferenza stampa, Bilancio di previsione 2013

in Bilancio/Giunta/News/Video by

Vi presentiamo alcuni estratti in video (nostre riprese tramite cellulare) della conferenza stampa che si è tenuta oggi in Sala Giunta, per la presentazione del Bilancio di Previsione 2013. Alla conferenza stampa erano presenti il Sindaco Piccitto e l’Assessore Martorana. La parte introduttiva dell’evento è stata ripresa da Telenova Ragusa (vai al video).
Il nostro video è diviso in due parti, che trovate qui sotto:

Parte prima

 

Seconda parte

Disoccupazione a Ragusa: 13 progetti del Comune inviati alla Regione

in Giunta/Lavoro/News/Regione Sicilia by

Nell’ambito del progetto di cantieri di servizi varato dalla Regione Sicilia, la Giunta del Comune di Ragusa, con delibera n. 386 del 20/09/2013, ha inviato all’assessorato regionale alla famiglia una lista di 13 programmi di lavoro. Ogni programma prevede di impegnare circa 20 disoccupati, dai 18 ai 65 anni, previo accertamento della situazione reddituale familiare, per 80 ore al mese (programmi prorogabili per altri 3 mesi).

Di seguito la lista dei programmi:

13 cantieri lavoro

Risolto il “giallo” della delibera trivellazioni/consulente: tutto revocato!

in Giunta by

Si ricorderà che in data 9/8/2013 era stata emanata una delibera dirigenziale, con la quale in sostanza si riprendeva l’idea di operare 3 nuove trivellazioni, nel quadro del superamento della crisi idrica, affidando anche incarico di consulenza a persona già coinvolta in tal senso dalle precedenti amministrazioni. La notizia della deliberazione aveva fatto un certo scalpore in città, per una molteplicità di motivi: l’amministrazione, sulla stampa e in più occasioni, aveva infatti dichiarato non più utili le 3 trivellazioni; il consulente incaricato non era considerato riproponibile, visti i risultati conseguiti con i precedenti incarichi.

Bene, in data 27 agosto 2013 il Settore VI emana un’altra determinazione dirigenziale. A seguito infatti della rimodulazione degli interventi previsti per la prima emergenza, deliberati dalla Giunta Comunale e comunicati alla Giunta Regionale, con il nuovo atto si revoca la deliberazione precedente, non rendendosi più utili né le nuove trivellazioni né, consequenzialmente, l’incarico conferito al consulente.

Sul sito del Comune di Ragusa è possibile rinvenire tutte le delibere

Ragusa partecipa al bando Smart City di CNR e ANCI – segnalato da Movimento Città

in Giunta/Movimento Città/News/Smart cities by

Avevo già parlato su questo blog del bando CNR-ANCI per finanziare in 3 comuni italiani investimenti di Smart city, per un totale di 3 mln di euro (vedi nostro articolo). Avevo io stesso segnalato il bando, il primo giorno della sua pubblicazione (4/7/2013), all’assessore Dimartino, che ha delega per la Smart City nella Giunta Piccitto. La mia segnalazione rientrava nell’ambito di quello spiccato interesse per le tematiche delle smart cities, che ha costituito uno dei punti principali del programma elettorale di Movimento Città e che ora si configura come area d’interesse privilegiata della nostra azione all’interno delle istituzioni comunali.

L’assessore aveva immediatamente manifestato l’interesse dell’amministrazione, interessando l’Energy Manager del Comune, Carmelo Licitra. Espletate le prime verifiche in merito ai requisiti di ammissibilità, lo stesso Energy Manager mi confermava, a fine luglio, la possibilità concreta del nostro Comune di Ragusa a partecipare al bando.

Ed in effetti mercoledì 7 agosto la Giunta delibera la partecipazione al bando CNR, individuando nel centro storico di Ragusa Ibla il luogo deputato alle installazioni tecnologiche.

Bisognerà ora aspettare che il comitato preposto stili le 3 graduatorie nazionali (l’azione infatti prevede 3 diversi tipi d’intervento), il che avverrà entro 45 giorni dalla ricezione delle documentazioni dei Comuni (data ultima dell’inoltro, il 9 agosto). Individuati i 3 Comuni su cui operare, il CNR fornirà le tecnologie Smart City del bando, del valore complessivo di 1 mln di euro, in comodato d’uso gratuito.

Speriamo proprio che Ragusa abbia quel pizzico in più di fortuna, che potrebbe consentire alla sua candidatura, basata su robusti e significativi requisiti di base, di superare con successo la selezione.

Ecco cosa succederà in caso di selezione:

  • Implementazione di soluzioni basate sull’utilizzo della rete elettrica dell’illuminazione pubblica, trasformandola in una rete dati che per la sua capillarità può permeare tutta la città permettendo di erogare una molteplicità di servizi innovativi.
  • Installazione di diversi dispositivi con l’intento di digitalizzare il suolo comunale attraverso servizi di Digital Advertising per cittadini e turisti, collegamento Internet ad alta velocità tramite Hot-Spot WiFi pubblici, gestione automatizzata della sosta nei parcheggi cittadini, controllo del traffico e della mobilità, bilanciamento e gestione dell’energia consumata, telecontrollo e telegestione, tramite applicativi web-based, degli impianti di illuminazione pubblica.

Per approfondimenti sul bando, potete consultare direttamente il sito http://www.smartcities.cnr.it/

Per la consultazione della Delibera di Giunta n. 350 del 7/8/2013, si veda il sito del Comune di Ragusa: http://www.comune.ragusa.gov.it/comune/archivi/deliberegm.html?docs=3&m=8&y=2013&i=53991

Ecco i numeri di Martorana

in Bilancio/Giunta/News/Video by

Conferenza stampa, oggi al Comune, dell’assessore al bilancio Martorana e del sindaco Piccitto, per fare il punto sulla situazione del bilancio e sulle prime scelte adottate dall’amministrazione.

L’assessore Martorana ha subito posto l’accento sul problema principale del Comune di Ragusa: la liquidità. Gravano in tal senso soprattutto i mancati trasferimenti da parte di Regione e Stato. Tra le varie risorse regionali ad oggi mancanti all’appello, sono state ricordate quelle della legge su Ibla e quelle del fondo per le autonomie. Tra le risorse statali mancanti, sono state ricordate quelle per il mantenimento degli uffici giudiziari (1,7 mln l’anno, dal 2010).

A tutto ciò vanno aggiunti anche i minori  introiti da imposte locali, fenomeno forse addebitabile alle difficoltà economiche crescenti dei cittadini in tempi di crisi.
Ma accanto a queste cause indipendenti dal controllo dell’amministrazione, i problemi di bilancio del Comune derivano anche da scelte politiche effettuate nel passato, che hanno determinato particolari sofferenze alle casse comunali. Ci si riferisce innanzitutto ai mutui contratti in passato, che ammontano a circa 41,5 mln di euro e comportano una spesa annua di 5 mln. Altro dato dolente l’eccessiva spesa corrente, determinata dallo scarso controllo dell’efficienza dell’ente e in particolare di talune infrastrutture. Qui il riferimento principale è allo stato pietoso della rete idrica: le passate scelte politiche di non intervento su questa infrastruttura hanno determinato nel tempo il lievitare di costi, che di fatto sono poi stati scaricati sui cittadini. Si pensi solo al fatto che il 60% della bolletta elettrica del Comune (750 mila euro al mese) dipende dalle pompe di sollevamento che lavorano 24 ore al giorno, per sollevare l’acqua che viene immessa nella rete idrica (e che poi viene persa per oltre il 50%). Infine viene evidenziata la mancata messa a reddito dell’ampio patrimonio di immobili e strutture di valore dell’ente, che hanno un valore di circa 265 mln di euro. Si pensi al castello di Donnafugata, che è lontano dal produrre un reddito adeguato, o ai numerosi immobili comunali non valorizzati o addirittura abbandonati – molto lacunoso al momento anche lo stesso censimento di tutti gli immobili.
Tra i fattori di debolezza strutturale del bilancio, viene quindi annoverato l’indebitamento dell’ente per un totale di circa 86 mln di euro: 41,5 derivanti da mutui e circa 45 costituiti da debiti verso fornitori. Dunque un indebitamento complessivo equivalente quasi all’intero bilancio comunale, che è di 91 mln di euro!
Infine sono stati evidenziati i costi, per la cittadinanza e per le casse comunali, derivanti dalla crisi idrica, che ha prosciugato le tasche di molte famiglie oltre ad esaurire tutti i capitoli di spesa in bilancio per i servizi idrici. Un esempio evidente di quanto siano costate certe scelte (o non-scelte) politiche del passato!
Di seguito la registrazione video a cura di Telenova Ragusa:
Go to Top