Category archive

Comunicato stampa

La mia candidatura a sindaco di Ragusa

in Città Futura/Comunicato stampa/ElezioniRagusa2018/IalacquaSindaco/Video by

Cinque anni all’interno del Consiglio comunale sono stati una necessaria palestra per comprendere, studiare e alla fine conoscere, dall’interno, la macchina amministrativa. In questo quinquennio ho sperimentato cosa significa lavorare per la città e per le esigenze primarie dei cittadini, partendo proprio dalla mia formazione perché non si può improvvisare. Ho argomentato le scelte compiute, ho votato gli atti secondo coscienza e con altrettanto senso di responsabilità ne ho bocciati. Oggi sento forte la responsabilità a correre da candidato sindaco. Tante le idee e numerosi i progetti che in questi anni ho studiato e che oggi sono parte integrante del programma di Città Futura per rappresentare L’Alternativa alle Favole che ci raccontano.

Nasce la lista “Città Futura”

in Città Futura/Comunicato stampa by

LA NOSTRA LISTA “Città Futura”, per le elezioni comunali di Ragusa, farà il suo debutto giovedì 15 marzo ore 18:00 presso i locali della libreria Ubik-Terramatta – che ci ospita gentilmente. Di seguito il nostro comunicato stampa n. 1:
COMUNICATO N.1 DEL GRUPPO POLITICO “CITTÀ FUTURA”

SI chiama Città Futura il nostro nuovo gruppo politico, che parteciperà alle prossime elezioni comunali di Ragusa con lista omonima.
Il neonato gruppo politico intende caratterizzarsi come area di confluenza civica e laica, per quanti a Ragusa intendono rendersi attivi sui temi della sostenibilità sociale, economica e ambientale. Pertanto il programma della lista Città Futura declinerà in chiave locale i 17 “goal” fissati dall’ONU in materia di sostenibilità, al fine di contribuire con l’impegno amministrativo cittadino al conseguimento, su scala cittadina ma anche globale, di obiettivi decisivi per l’uguaglianza, la giustizia sociale e l’utilizzo equilibrato delle risorse ambientali.
I risultati clamorosi delle recenti elezioni nazionali rivelano che i nostri cittadini continuano ad esprimere una decisa volontà di cambiamento, di superamento della vecchia politica e di archiviazione dell’era dei politicanti spara-promesse. Sarebbe infatti alquanto riduttivo definire semplicemente di “protesta” il voto espresso a favore del M5S, che in Sicilia e nella nostra provincia ha riportato valori ben superiori alla media nazionale.
La volontà di cambiamento dei nostri cittadini si è espressa quasi come un grido d’aiuto, travolgendo centrodestra e centrosinistra, cui evidentemente si imputa l’incapacità di rinnovarsi, ma soprattutto l’incapacità di raccogliere quel grido e trasformarlo in un progetto di sviluppo per la nostra terra.
Tuttavia non ci sfugge un dato: l’apertura di credito già concessa nel 2013 ad una “rivoluzionaria” amministrazione 5stelle ha sortito effetti molto deludenti. Sotto i vessilli della trasparenza e della discontinuità, si è in realtà installata al Comune di Ragusa una Giunta finto-grillina, che ha concentrato il potere nelle mani di pochissime persone, dando vita ad un’azione amministrativa sterile e comunque in continuità con interessi politici ed economici del passato. Ragusa è stata ancora una volta sedotta ed abbandonata!
Città Futura vuole invece raccogliere la volontà di cambiamento dei ragusani, ancora viva nonostante tutto, facendola però camminare su gambe diverse, affidandola a persone competenti e dalla storia professionale e politica coerente, capaci di imprimere una vera svolta politica costruendo un futuro per tutti! Nessuno deve essere lasciato indietro!
A chi ci chiede quale “collocazione ideologica” abbia il nostro gruppo, rispondiamo dicendo che le vecchie categorie non aiutano più ad orientarsi nell’attuale passaggio di crisi: questo centrodestra o questo centrosinistra, anche a Ragusa, ci dicono ormai veramente poco.
Tuttavia una cosa è certa: Città Futura crede nella necessità di un radicale cambiamento della politica, così come è stato richiesto dai cittadini ai 5stelle; ed al tempo stesso crede anche che le istanze di equità sociale e i diritti dei cittadini debbano essere al centro della propria azione politica, proprio oggi che il morente centrosinistra si dimostra incapace di rappresentarle.
Convochiamo quindi i cittadini ragusani che si riconoscono in questa nostra volontà di cambiamento reale ad un incontro pubblico, che avrà luogo a Ragusa giovedì 15 marzo, ore 18:00, presso la Libreria Ubik Terramatta (via Plebiscito 5) che ci ospiterà gentilmente.
Sarà il primo di una serie d’incontri in cui le linee generali del nostro programma potranno essere articolate in un dettagliato piano di sviluppo sostenibile per Ragusa, per il futuro di tutti.

Comunicato stampa del consigliere comunale Carmelo Ialacqua

in Comunicato stampa by

Negli ultimi giorni mi giungono, da amici e sostenitori, richieste di chiarimenti in merito alla mia adesione al progetto di nuovo campo politico per le prossime amministrative – progetto portato avanti insieme agli ex-assessori Conti, Dimartino e Brafa. In particolare mi viene richiesto di chiarire se questa mia svolta personale corrisponde ad un analogo “confluire” di Movimento Città nel nuovo soggetto politico e nella lista che lo rappresenterà. Ritengo quindi doveroso precisare quanto segue, al fine di sgomberare il campo da possibili equivoci, proprio a beneficio di quanti stanno seguendo con interesse e partecipazione le mie recenti scelte politiche:

– Movimento Città NON confluisce nel nuovo soggetto politico, ma continua a mantenere la propria identità politico-culturale;

– la scelta di impegnarmi in un nuovo soggetto politico è dunque scelta meramente personale, volendo io dare una continuità ai 5 anni di lotta politica – spesso di contestazione e denuncia solitaria – anche alle prossime elezioni amministrative.

Considerando quanto sopra, quindi, mi sono auto-sospeso formalmente – sia dal direttivo che dal Movimento stesso – attendendo peraltro con serenità e in amicizia le decisioni che Movimento Città, statuto alla mano, vorrà prendere in merito al prossimo tesseramento.

Ovviamente, per i prossimi ultimi due mesi prima delle elezioni, resterò a rappresentare in Consiglio comunale la lista nella quale sono stato eletto e al cui successo ho contributo anch’io nel 2013 – ciò in accordo con il Movimento Città.

Preciso infine che la mia adesione ad una nuova lista elettorale NON va letta in termini di cesura con il mio passato dentro Movimento Città: tutt’altro! Ritengo infatti di poter portare avanti, con lo stesso spirito etico e partecipativo, le battaglie sostenute in questi 5 difficili anni insieme agli amici di Movimento Città – che sono sicuro valuteranno con attenzione ed interesse quanto sarò capace di fare con il mio nuovo impegno politico.

Invito infine tutti quanti, amici e sostenitori, dentro fuori e intorno al Movimento Città, a seguire con attenzione le prossime uscite pubbliche del nuovo soggetto politico, perché le loro riflessioni e le loro indicazioni saranno per me indispensabili per ben operare.

Mie dichiarazioni a VideoMediterraneo sul ricorso al TAR contro le variazioni di bilancio grilline

in Bilancio/Comunicato stampa/Consiglio comunale/Video by

All’interno del buon servizio giornalistico di VideoMediterraneo in merito al nostro ricorso al TAR contro le oscure manovre di bilancio, operate dai grillini a fine dicembre 2016, trovate un mio duro attacco all’Amministrazione 5stelle e una lucida analisi del consigliere Giorgio Massari sull’ignoranza istituzionale dei 5stelle ragusani.

Comunicato stampa dei consiglieri del Patto di consultazione

in Comunicato stampa/Movimento Città/News by

Tre vigili urbani vincitori di concorso vengono messi da parte e non assunti, mentre gli organici sono sguarniti e si fa affidamento ai volontari. Ristrettezze delle finanze pubbliche? Non pare proprio, visto che ci si appresta ad assumere un altro dirigente con la solita selezione-farsa. Al Comune di Ragusa hanno perso proprio la testa!

Tre agenti di Polizia Locale incatenati al Comune perché senza lavoro e l’Ente vuole assumere un nuovo dirigente – Reteiblea

“La storia dei tre aspiranti vigili urbani costretti a incatenarsi davanti al Municipio di Ragusa perché vengano fatti valere i propri diritti ha dell’incredibile. Soprattutto se si considera che in

Quale futuro per il Castello di Donnafugata?

in Comune/Comunicato stampa/Cultura/Video by

Che futuro per il castello di Donnafugata? Se ne è occupata ieri la Commissione cultura che presiedo. Ho sintetizzato l’esito dell’incontro in questa intervista rilasciata a TeleIblea.

Il futuro del Castello di Donnafugata, intervista al pres. Commissione Cultura Carmelo Ialacqua

Galleria del Costume, parco e piano nobile del Castello di Donnafugata ed eventuale privatizzazione di alcuni servizi argomenti della Commissione Cultura del…

Comunicato stampa di Movimento Città sul NO al Rendiconto 2015

in Comunicato stampa by

COMUNICATO STAMPA DI MOVIMENTO CITTÀ

Sindaco, ci dica come spende i soldi dei ragusani che le hanno dato fiducia!

Lo chiediamo da anni, lo abbiamo ribadito in molte occasioni istituzionali e pubbliche, lo ha ribadito in aula consiliare il nostro consigliere comunale Carmelo Ialacqua in occasione della discussione sul Rendiconto 2015: vogliamo sapere, nel DETTAGLIO, come l’amministrazione spende i soldi delle royalties! Lo pretendono i cittadini che confidavano negli investimenti produttivi delle royalties per dare un futuro alle loro esistenze, alle loro famiglie, alla loro città. Si tratta di cittadini che avevano dato fiducia a Piccitto, votandolo al ballottaggio pur non essendo grillini, sperando in una nuova stagione di trasparenza, partecipazione e programmazione.

Noi temiamo che quello che non è riuscito ad un noto onorevole PD, stia invece riuscendo alla Giunta Piccitto: lo scippo delle royalties al futuro di Ragusa! Si tratta, nel solo 2015, di oltre 28 milioni di euro, tutti soldi non a disposizione del capriccio della Giunta grillina. Dove sono gli investimenti in occupazione e ambiente previsti dalle normative di legge? Dov’è finita l’accortezza economico-finanziaria che impone di impiegare tali entrate straordinarie in investimenti e NON in spesa corrente?

Il nostro consigliere comunale si è fatto interprete nel dibattito in aula proprio di questa preoccupazione: utilizzare dissennatamente le royalties, entrate STRAORDINARIE e ALEATORIE (in quanto possono variare nel tempo, a causa di fattori non controllabili dall’amministrazione comunale), per coprire buchi di bilancio e spesa corrente, vuol dire mettere in serio pericolo l’equilibrio dei conti pubblici attuali e futuri.

Quale padre di famiglia conterebbe stabilmente sulle entrate derivanti da una straordinaria e aleatoria vincita al Lotto, per finanziare le tasse universitarie dei figli o il loro vestiario o il pagamento di luce e gas dell’abitazione familiare? Perché in realtà questo è ciò che sta facendo la Giunta Piccitto: sta finanziando con entrate straordinarie spese importanti per tutta la comunità ragusana, a partire dai delicati ed essenziali servizi sociali!

Ci domandiamo con allarme cosa succederà quando queste entrate non ci saranno o saranno notevolmente diminuite – cosa che si verificherà già nel 2016 a causa del crollo del prezzo del petrolio per tutto il 2015.

Abbiamo richiesto agli uffici di bilancio, lo scorso febbraio, un dettagliato elenco delle spese coperte con le royalties: siamo stati rinviati di settimana in settimana, per poi non ricevere alcuna risposta ed essere invece raggirati da dichiarazioni stampa del dirigente e dell’assessore competente che asseriscono di non dover fornire alcuna spiegazione. Sarà FORSE vero sul piano normativo – anche se noi abbiamo seri dubbi in proposito, che faremo valere nelle sedi opportune – ma come la mettiamo sul piano politico? Non era questa l’amministrazione che doveva trasformare il Comune nella casa dei ragusani?

Movimento Città Ragusa

Compiacimento per l’elezione del nuovo segretario generale della CGIL di Ragusa

in Comunicato stampa by

Accolgo con favore e interesse la notizia dell’elezione di Giuseppe Scifo alla guida della Cgil ragusana, sia per la considerazione del pregevole lavoro sindacale svolto fin qui da Scifo nella difesa dei diritti fondamentali del lavoro – in particolare del mondo bracciantile -, sia per le rinnovate prospettive di lotta per la difesa dei più deboli e degli ultimi, soggetti sociali sempre più dimenticati dalla politica cittadina. Così come, confidando nella giovane età del neo segretario, mi auguro che si voglia abbandonare per sempre certa politica sindacale talora incline al consociativismo, puntando decisamente su lotte anche aspre e intransigenti, ma sempre chiare e facilmente comprensibili dai lavoratori e dai cittadini, senza mai più ingenerare dubbi e sospetti di accordi trasversali raggiunti sulla testa della gente.

Su tutti i temi del sociale e del riscatto civile della nostra comunità cittadina – dalle politiche per gli investimenti nella Green economy al consolidamento di un welfare non clientelare, da una sensibile attenzione alle gravi problematiche giovanili ad una lotta di difesa dei beni pubblici contro i continui attacchi dei soliti noti centri di potere – assicuro fin da ora alla Cgil della segreteria Scifo ogni forma di collaborazione e dialettico confronto, in coerenza con gli impegni assunti con i ragusani dal nostro Movimento Città.

Carmelo Ialacqua – Movimento Città

Maggioranza variabile fu-Grillo: forte con i deboli e debole con i forti!

in Comunicato stampa by

Comunicato del consigliere di Movimento Città, Carmelo Ialacqua

Maggioranza variabile fu-Grillo: forte con i deboli e debole con i forti!

Ciò che è successo stanotte in Consiglio comunale, con la riscrittura integrale del piano di spesa della tassa di soggiorno (circa 500 mila euro di incasso nel 2015), mediante un emendamento-vergogna ad opera dei gruppi M5S-Insieme-PD, ha palesato in tutta la sua gravità politica l’esistenza di un asse di ferro tra la giunta finto-grillina e la galassia dipasqualiana. Surreali le operazioni di voto dell’emendamento e dell’intero atto: maggioranza costituita da 11 grillini, 5 Insieme, 2 PD; opposizione costituita da UDC, PD-Massari, Movimento Città, Partecipiamo, 2 grillini dissidenti (7 consiglieri in tutto)!
A nostro avviso è definitivamente caduta la maschera di questa amministrazione, che si sta distinguendo, oltre che per l’imbarazzante assenza di idee e programmazione, per la disinvolta capacità di riallacciare i legami con le amministrazioni precedenti di destra, rivelando continuità e contiguità con gli interessi dei soliti noti poteri forti operanti in città. Non è infatti sfuggito che l’intera operazione consiliare di ieri sia stata eterodiretta da personaggi di dubbie capacità di gestione della cosa pubblica, ma di sicura abilità nel piegare a precisi interessi privati l’ormai ricattabile ex maggioranza fu-Grillo.
“Forte con i deboli e debole con i forti”: è l’epitaffio che immaginiamo scolpito sulla pietra tombale che verrà posta alla fine su questa amministrazione finto-grillina, morta suicida sull’altare degli interessi economici di parte- sempre gli stessi!

Carmelo Ialacqua – Movimento Città

Colate di cemento sulla collina di Montalbano – Comunicato di Movimento Città

in Ambiente/Attivismo civico/Comunicato stampa/Movimento Città by

COMUNICATO STAMPA DI MOVIMENTO CITTÀ

Colate di cemento sulla collina di Montalbano

 Movimento Città ha presentato nei giorni scorsi un dettagliato esposto alle autorità competenti, in merito a lavori edilizi che stanno modificando radicalmente lo skyline di Ibla: quello che si teme è la scomparsa definitiva di una di quelle vedute panoramiche che giusto lunedì scorso hanno continuato ad incantare decine di milioni di italiani, con le nuove puntate di Montalbano.

L’attenzione di Movimento Città si è concentrata sui lavori in corso (febbrili addirittura in queste ore) sul versante sud della cittadella barocca tra “A Bammina” e il Convento del Gesù, scorcio panoramico che fino a qualche mese fa si poteva ammirare, dalla strada che passa sotto l’Ospedale di Ibla, nella sua originale conformazione naturale caratterizzata dagli orti storici.

Quella che un tempo era una scenografica veduta, immortalata in decine di cartoline, centinaia di video e migliaia di scatti fotografici – compare anche nelle riprese aeree della serie tv di Montalbano -, oggi si presenta come un cantiere edile a cielo aperto, che, dietro vari mascheramenti, sta cominciando a svelare una “cartolina” molto poco edificante.

Movimento Città, raccogliendo le segnalazioni preoccupate di numerosi cittadini innamorati, come noi, di Ragusa e delle bellezze di Ibla, considerate ormai patrimonio di vanto nazionale ed internazionale, ha deciso di segnalare alle autorità una serie di attività quali: interventi sospetti sugli aspetti paesaggistici, naturalistici, idrogeologici dell’intera collina.

Ciò che Movimento Città ha chiesto alle autorità è la verifica dell’osservanza delle prescrizioni in materia di Piano paesaggistico, Piano particolareggiato, Piano dell’assetto idrogeologico.

Convinti che la nostra richiesta di tempestivi chiarimenti non cada nel vuoto, in attesa dei riscontri che vorranno operare tutte le autorità e gli uffici amministrativi interessati dal nostro esposto, riteniamo tuttavia importante che i ragusani vengano informati su quanto sta accadendo, sotto gli occhi di tutti, sulla collina di Montalbano. Con la speranza che si abbia la previdenza di salvaguardare un patrimonio, paesaggistico e monumentale, bene Unesco e patrimonio dell’umanità, ammirato ed invidiato nel mondo, che finalmente cominciava a diventare un volano di attività economica e ricchezza per tutto il territorio.

MOVIMENTO CITTÀ RAGUSA

Quante royalties a Ragusa nel 2016?

in Comunicato stampa/News by

COMUNICATO STAMPA del consigliere comunale Carmelo Ialacqua – Movimento Città
QUALE SARA’ LA REALE ENTITA’ DELLE ROYALTIES PETROLIFERE PER RAGUSA NEL 2016?
Sui social network e sui giornali locali, negli ultimi due giorni, ho avuto modo di leggere una lunga e dettagliata dichiarazione dell’onorevole Nello Dipasquale, in merito a possibili incassi di royalties sfumati a seguito della bocciatura della sua proposta politica “solidaristica”. L’onorevole, cui è stato dato ampio spazio sulla Sicilia dell’1 marzo 2016, afferma così che quest’anno Vittoria avrebbe “perso” 1 milione di euro, Modica 880 mila euro, e via dicendo, mentre Ragusa avrebbe incassato ben 24 milioni…
Temo che la “notizia” e i dati riportati non siano corretti: i calcoli dell’onorevole NON sembrano riferirsi al petrolio estratto nel 2015, che farà maturare le royalties per il 2016; piuttosto il dato di 28 milioni e 300 mila euro, alla base del suo calcolo di miracolosa distribuzione di pani e di pesci a tutti i Comuni iblei, a mio avviso si riferisce all’incasso del Comune di Ragusa avuto nel 2015 sul petrolio estratto nel 2014! 
Non si conoscono ancora i dati certi di incasso per il 2016, riferiti alla produzione del 2015, ma di sicuro sappiamo che nel 2014 il prezzo medio del petrolio si attestava sui 91 dollari circa al barile, mentre nel 2015 il prezzo medio scendeva a 49 dollari. 
Se ne deduce quindi che l’incasso del Comune di Ragusa per il 2016 potrebbe oscillare intorno ai 15 milioni di royalties – ma se è confermato il calo di produzione dei pozzi ragusani, secondo le voci che raccolgo in giro, probabilmente si scenderà sotto i 15 milioni.
Si può quindi concludere che, a seguito dei forti ribassi del prezzo del petrolio e il calo estrattivo, se fosse passata la proposta “solidaristica” dell’onorevole Dipasquale, che sotto i 15 milioni di euro non faceva scattare alcuna suddivisione con altri Comuni, NON si sarebbe effettuata alcuna distribuzione di pani e di pesci in provincia; oppure, a fronte di un incasso ottimistico di poco superiore ai 15 milioni, si sarebbe spartita una manciata di euro buoni solo per pagarsi qualche consumazione al bar.
Il Comune di Ragusa avrebbe comunque subito il danno del prelievo forzoso di 5 milioni di euro sulle royalties percepite, per finanziare indebitamente la legge per Ibla.
Se i miei dati sono corretti – pronto sempre a riconoscere un eventuale errore e chiedere umilmente scusa – c’è da chiedersi a chi giovi il calcolo di pura accademia realizzato dall’onorevole ragusano, che fa riferimento a numeri del passato. Di sicuro non aiuta né i cittadini ragusani, né quelli di Vittoria o Comiso o Modica, a fare chiarezza sul delicato argomento delle royalties!

Carmelo Ialacqua – Movimento Città

Comunicato stampa di Movimento Città sullo scippa-royalties

in Comunicato stampa by

Movimento Città informa di aver inviato ad alcuni onorevoli all’ARS osservazioni tecniche riguardanti l’illegittimità dell’emendamento scippa-royalties, presentato in Commissione regionale bilancio dal deputato Dipasquale (PD). “Questo emendamento” – afferma il consigliere Carmelo Ialacqua, che ha illustrato in Consiglio comunale i rilievi tecnici – “mostra una sconcertante improvvisazione e incompetenza. In pratica, grazie a questo emendamento, la Regione sta invitando i Comuni siciliani a utilizzare le royalties per fare spesa corrente, per giunta finanziando servizi socio assistenziali e riduzione delle tasse, esattamente il contrario di quello che impongono principi di sana amministrazione finanziaria – argomento questo su cui la Corte dei Conti della Basilicata ha recentemente bacchettato molti comuni di quella regione. Le royalties sono entrate straordinarie ed aleatorie: se per qualche anno le royalties dovessero essere scarse, perché il petrolio estratto è poco e sul mercato ha un valore bassissimo, che facciamo? rialziamo le tasse e tagliamo i servizi assistenziali?”. Evidente dunque l’illegittimità di questo passaggio dell’assurdo emendamento, che però presenta altri profili borderline sul piano legale. “Infatti” specifica il consigliere Ialacqua “vengono fortemente limitati i poteri autorizzatori del Consiglio comunale, unico competente in materia di Bilanci, imponendo la destinazione di 5 mln di euro di royalties per il finanziamento della legge regionale per Ibla: di questo passo chiederanno ai comuni di finanziare spese a carico della Regione, come per esempio i forestali? e se le royalties per qualche anno dovessero essere scarsissime, data anche la bassissima quotazione del dollaro, che facciamo? non si finanzia più la legge 61/81?”.
Superficialità ed incompetenza rivelerebbero poi i criteri individuati dall’emendamento Dipasquale per la suddivisione delle royalties tra i comuni; infatti, spiega il consigliere Carmelo Ialacqua, “secondo l’emendamento avrebbero diritto al 30% delle royalties anche quei comuni che non hanno fornito concessioni e non ospitano alcun impianto di trattamento o estrazione di petrolio; e acquisirebbero questo diritto sol per il fatto di ritrovarsi nella provincia in cui ricade il giacimento! Ma in materia c’è una precisa legge nazionale, che ha valore anche per i comuni delle regioni a statuto speciale, e che fissa precisi criteri tecnici e quote percentuali, per operare suddivisioni tra regioni e comuni limitrofi. Che la Regione Sicilia possa intervenire con tale superficialità, in una materia talmente delicata e già efficacemente normata, mi sembra davvero assurdo”.
Movimento Città si augura infine che le forti perplessità sul piano tecnico, espresse dal proprio consigliere comunale Carmelo Ialacqua, possano contribuire a fermare l’infausto emendamento PD in sede di votazione all’ARS.

Carmelo Ialacqua, consigliere comunale di Movimento Città

Go to Top